Aries Rugby

perchè aries rugby

Premessa

La nostra associazione nasce nel 2011 sotto la denominazione di Sovizzo Rugby, ma con lo scopo di ampliare l’attività oltre gli orizzonti del comune in cui siamo nati.

Desideravamo che Sovizzo, Creazzo, Altavilla Vicentina ed altri comuni limitrofi potessero condividere una squadra di rugby, che fosse da esempio per i giovani, abbattendo il campanilismo di paese.

Nel tempo, il nostro progetto si è ampliato, raggiungendo confini che non avevamo nemmeno immaginato. Oggi i nostri atleti provengono sia dai comuni citati, ma anche da Montecchio Maggiore (ove abbiamo spostato la nostra sede), Brendola e Trissino. Proprio nel rispetto di questi atleti, anche se con un piccolo rammarico, abbiamo mutato il nostro nome in “Aries Rugby”, un nome di fantasia voluto dai nostri ragazzi più anziani, un gruppo di frizzanti adolescenti o poco più, che desiderano giocare con la palla ovale nel loro territorio.

Dunque abbiamo preso spunto da loro, ovvero un nome che non è di nessuno, ma lo è di tutti, di nessun luogo ma esteso a qualunque persona. Aries te lo porti dentro, non importa di dove sei.

Si direbbe che siamo paragonabili al Terzo Tempo , dove ci si diverte a mangiare e a bere chiaccherando come vecchi amici con gente di ogni dove che come te ama alla follia il rugby.

W gli ARIES!!!

mischia

Dunque perchè Aries

“Ci divertiamo un sacco” -Massimo Grignolo-

“Tia porta sempre una cassa di birra…. motivo più che valido” -il Vice-

“E’ come essere al pub con gli amici… solo che sei in campo e ti alleni” -Cesco “l’uomo sagra”-

“Mannaggia, io direi perchè è la squadra del mio paese che ho contibuito a fondare” -Jacopo detto “Mery”-

“Essere Aries per me vuol dire far parte di una famiglia. Essere Aries vuol condividere gioie, dolori e speranze. Ho molti ricordi belli legati a questo sport, tre in particolare

  1. la prima volta ad allenarmi nel fango… troppo divertente
  2. Briciola, i nostri mitici allenamenti con il nostro motto era:io non mollo te tu non molli me
  3.  a tutti i trucchi usati per eludere gli esercizi di Elia ”  – Nicola Sinigaglia-

“Aries è un nome da portare con fierezza, significa giocare nella polvere o nel fango come con il sole. Essere fiduciosi del compagno e coraggiosi nell’affrontare le sfide” – Leonardo Rettore-

“Aries è far parte di un gruppo di persone accomunate dalla passione per il rugby e dal sogno di creare una piccola realtà anche nei nostri paeselli a cui siamo tanto affezionati. Credo sia questo il motivo per cui tutto è nato. La spinta iniziale è stata data dal volersi divertire giocando questo sport, portando alto il nome delle nostre zone a cui siamo legati dove fino ad allora mancava la palla ovale…Questo sentimento accomuna gente di tutte le età e questo và da ex giocatori, a ragazzini o solamente a neofiti incuriositi dal gioco che fin qui era scarsamente diffuso” – Sanga-

“Aries è un estensione di noi stessi. Ognuno di noi ha dato qualcosa per formare ARIES RUGBY e ARIES RUGBY ha dato qualcosa ad ognuno di noi ” -Enrico Greggio-

“Perché il rugby come una birra buona và condiviso e gustato con la giusta compagnia” -Trent-

“Essere un Aries impersonifica perfettamente la filosofia del rugby, non importa con chi si gioca , dove e in quanti. Se proprio vogliamo dirla tutta, per giocare con la palla ovale non importa nemmeno la stazza fisica, quelle son cose secondarie, perché come disse il grande Dominguez : è vero che il rugby si gioca con le mani e i piedi ,ma in particolare si gioca con la testa e con il cuore” -Massi-

“Essere Aries vuol dire crescere .
Che sia per il fatto di avere il privilegio di essere capitano, un leader che oltre a guidare la squadra deve saper prendere decisioni non sempre facili ;
che sia per il fatto di avere la responsabilità di allenare ed educare i più giovani , cercando di far emergere il loro miglior carattere ;
che sia per il fatto di imparare cosa vuol dire lavorare di squadra per raggiungere i risultati sperati, e spesso scontrarsi e battersi per ottenerli.
Per me Aries vuol dire questo. Crescere,  insieme ad una famiglia che non avrei mai pensato di avere .” -Elia Sangalli

Lascia un commento

Chiudi il menu